Browse Category by Soldi
Soldi

Registrazione Comodato d’Uso Auto

In questa guida spieghiamo come effettuare la registrazione del comodato d’uso dell’auto.

Il comodato d’uso è un particolare tipo di contratto che consiste nella possibilità per un soggetto, detto comodatario, di beneficiare del godimento di un bene di proprietà di un altro soggetto, definito comodante. Per dettagli è possibile fare riferimento a questa guida presente sul sito Ilcomodatoduso.com.

L’intestazione temporanea di un veicolo è prevista dalla legge. La legge, infatti, stabilisce che una persona fisica o giuridica può avere a disposizione, in maniera esclusiva e per un periodo di tempo superiore ai 30 giorni consecutivi, un autoveicolo, un motoveicolo o un rimorchio leggero intestato ad un’altra persona. Tra i casi in cui risulta essere possibile intestare temporaneamente un veicolo ad un’altra persona troviamo anche quello relativo al comodato d’uso gratuito auto.

Il comodato deve essere registrato presso la Motorizzazione Civile, in base a quanto stabilito dall’articolo n. 94 del Codice della Strada. La norma stabilisce infatti che gli atti, da cui derivi una variazione dell’intestatario della carta di circolazione ovvero che comportino la disponibilità del veicolo, per un periodo superiore a trenta giorni, in favore di un soggetto diverso dall’intestatario stesso, nei casi previsti dal regolamento sono dichiarati dall’avente causa, entro trenta giorni, al Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici al fine dell’annotazione sulla carta di circolazione, oltre che della registrazione nell’archivio.

La procedura da seguire per la registrazione è molto semplice, basta infatti compilare il modulo TT2119 con i dati del veicolo e delle due parti coinvolte nell’accordo. Il modulo deve essere accompagnato da un versamento da 9.00 euro sul CC 9001, per il pagamento dei diritti di motorizzazione, e da un pagamento di 16.00 euro di imposta di bollo sul CC 4028.

La registrazione del comodato d’uso auto è quindi un’operazione semplice.

Soldi

Tipologie di Finanziamento Alternative

Esistono fonti di finanziamento alternative? Quali sono?

Finanziamento Mezzanino

Le banche offrono numerose altre forme di finanziamento indirizzate alle PMI. Il finanziamento «mezzanino » è una forma ibrida di prestito, che combina elementi sia di partecipazione che di prestito. Secondo i risultati dell’indagine,  circa la metà delle banche offre questo tipo di finanziamento.

Partecipazioni Private e Capitale di rischio

Alle imprese con prospettive di crescita elevata conviene informarsi sui finanziamenti da parte di società di partecipazioni private o di capitale di rischio. In cambio del loro apporto di capitale queste società acquisiscono una partecipazione nell’impresa. In molti casi, le banche maggiori propongono questo tipo di finanziamento per il tramite di società controllate specializzate. Secondo i risultati della ricerca, questo tipo di finanziamento viene già proposto da svariate banche, che nei prossimi anni potrebbero aumentare di numero.

Fonti di Finanziamento Pubblico

Oltre ai finanziamenti «mezzanini» alle partecipazioni private, si possono prendere in considerazione anche le fonti di finanziamento pubblico o di finanziamento agevolato, che in molti paesi europei vengono di norma proposti da istituti bancari semi pubblici. Occorre tuttavia sottolineare che questo tipo di finanziamento viene spesso chiamato in modo diverso e che quasi tutti sono subordinati all’osservanza di determinate condizioni o criteri di ammissibilità. In alcuni casi vengono proposti da banche private, che operano come intermediari dell’amministrazione pubblica. Conviene quindi verificare se esistano eventuali opportunità che possono essere sfruttate dalla propria impresa.

Soldi

Come Diventare un Trader Vincente

Per operare con successo nel trading on line, non basta avere una buona strategia di trading, ma occorrono tante altre caratteristiche che permettono di diventare profittevoli nel lungo periodo. Molte di queste caratteristiche sono di natura psicologica, altre di natura tecnica, come possedere come già detto delle buone strategie ma anche saper selezzionare un broker affidabile e scegliere la piattaforma di trading che si avvicina o che combaci con il nostro stile di trading.

L’esperienza
Caratteristiche di un trader vincentePrima di entrare nelle caratteristiche di natura psicologica che dovrebbe possedere un trader di “successo”, ricordiamo inanzitutto che il primo punto, è l’esperienza. Senza di quella non si può parlare di trader “vincente”, poichè fare trading non è un gioco basato sulle probabilità ma bensì sulla tecnica, le conoscenze e sopratutto una mentalità. Solo l’esperienza può portare tutto ciò e coloro che pensono di auto proclamarsi trader senza un minimo d’esperienza, già partono con il piede sbagliato.
Dove ottenere questa esperienza? Una buona idea e sicuramente la più economica è attraverso il conto demo. Risulta essere un conto gratuito che i broker generalmente propongono con l’intento di lasciarvi il tempo di familiarizzarvi con i loro servizi, la piattaforma di trading e sopratutto, la possibilità di sviluppare una tecnica di trading che speriamo sia relativamente “vincente”. Perchè relativamente? Perchè nel trading on line si perde e si guadagna, e se dall’inizio non si accetta la possibilità di perdere, beh è meglio lasciar perdere.

Pianificare, fiducia, gestione del rischio e delle emozioni
Il trader di successo pianifica con attenzione i propri trade, aspettando pazientemente un’opportunità che rispetti il piano e le regole, cioè creandosi una strategia di entrata. Inoltre accetta il fatto di non sapere se il proprio singolo trade sarà perdente o vincente ma è comunque consapevole di avere le probabilità a proprio favore se calcola una serie di eventi nel lungo termine. Segue anche scrupolosamente le regole del money management predeterminando il rischio all’inizio dell’operazione. Accetta quindi il fatto che il suo trade può essere perdente ma in ogni caso sa già quanto potrà perdere nella peggiore delle ipotesi, quindi riesce a mantenere un livello piuttosto basso di nervosismo. Inoltre se il trade inizia ad andare a suo favore, il buon trader non si fa prendere dall’ansia che il mercato inizi a girare, e questo perché ha completamente accettato il rischio. Stabilisce a priori dei criteri da seguire per gestire un trade aperto e li segue senza deroghe, limitando quindi gli imprevisti che possono portare ad ansia e quindi a prendere delle decisioni azzardate. Sa che c’è una notevole differenza tra perdere dei trade perché si è commesso degli errori oppure perderli perché questo fa parte del rischio accettato all’inizio. Segue infine criteri prestabiliti per prendere i profitti senza avidità.

Il broker
Se queste sono le caratteristiche psicologiche che deve possedere chi vuole avere successo nel trading on line, non vanno comunque sottovalutate nemmeno le caratteristiche tecniche.
Parlando di Forex, è importante per esempio scegliere un forex broker che offra servizi che permettano di farci operare nel trading on line nel modo in cui desideriamo farlo, e questo è uno dei parametri più importanti, pertanto trascorrere del tempo nella scelta del broker e analizzare le differenze tra di essi sarà un’attività ad elevato ritorno. Bisognerebbe conoscere infatti tutte le politiche del forex broker e le sue attitudini verso il mercato, ad esempio fare trading nel mercato over the counter o nel mercato spot è molto diverso rispetto per esempio all’investire in azioni. Nella scelta di un broker è pertanto di sostanziale importanza leggere con attenzione la documentazione relativa alle sue politiche.

Le piattaforme
Molto importanti per diventare profittevoli nel trading on line sono inoltre le piattaforme di trading che si utilizzano; questa deve essere adatta all’analisi che si vuole condurre, ad esempio se nel trading utilizziamo i numeri di Fibonacci bisogna assicurarsi che la piattaforma del broker metta a disposizione uno strumento di disegno delle linee di Fibonacci. Un broker valido con una piattaforma scarsa o una piattaforma valida di un broker scarso possono essere entrambi problematici per la propria attività di trading.

Molto interessante.

Soldi

Come Diversificare il Rischio nel Mercato Forex

Il mercato del forex è di natura volatile e può essere esposto ad un certo livello di rischio. In quanto tale, per proteggere le loro attuali posizioni da eventi imprevedibili, molti trader praticano la diversificazione del rischio il che aiuta ad evitare i rischi potenziali dovuti a variazioni indesiderate dei tassi di cambio.

La diversificazione del rischio nel Forex si riferisce alla pratica di fare trading nella speranza di proteggere se stessi da gravi perdite. La diversificazione del rischio nel Forex trading può essere equiparato ad una assicurazione sulla tua attività di trading. Se si utilizza per bene questa tattica, è possibile proteggersi sia dal rischio di ribasso (se si sta facendo trading a lungo termine), che dal rischio di rialzo (se si sta facendo trading a breve termine).

Una semplice diversificazione del rischio nel Forex protegge da enormi perdite, dato che permette di inserire i trade nella direzione opposta della propria posizione iniziale. La cosa buona è che si può comodamente fare questo senza dover chiudere la posizione iniziale.

Il vantaggio della copertura è che permette di mantenere la posizione iniziale ed al tempo stesso fare i soldi con il secondo trade quando il prezzo si muove contro le proprie aspettative iniziali. E, quando si pensa che il prezzo cominci a invertire e che siano soddisfatte le proprie aspettative iniziali, è possibile impostare un punto di stop sul commercio di copertura, o semplicemente uscirne.

Da notare che il trading sul forex non è mai privo di rischi. Quindi, è possibile avere un vantaggio se si sa come praticare correttamente questa copertura. Dal momento che consente di limitare il rischio, si può considerare la diversificazione del rischio come la parte più grande del proprio piano di trading. Come tale, si raccoglieranno i suoi benefici nel lungo periodo.

Bisogna menzionare, che non si dovrebbe iniziare a utilizzare questa strategia quando non si è abbastanza esperti di forex trading. La diversificazione del rischio nel Forex è utilizzata dai trader che comprendono le oscillazioni del mercato e, pertanto, possono navigare nel mercato con facilità. Se si fa trading con copertura senza un’adeguata esperienza, allora si può finire di fare trading molto prima di quanto ci si aspetti.

Soldi

Analisi di Gann e Tecniche di Trading

Il trading on line non esisteva nel primo 900, ma indubbiamente certe teorie sono ancora di attualità, come ad esempio le tecniche di trading e di analisi di Gann. Ma chi è Gann?

William Delbert Gann è stato uno dei trader più importanti e di successo del primo Novecento. Gann si dice che abbia dedicato un sacco di tempo a studiare i mercati e le leggi naturali, prima di sviluppare le sue tecniche di analisi e di trading. Le strategie che ha sviluppato per la negoziazione sono tutte sulla geometria all’interno di una serie prezzi in un dato momento. In particolare, ognuna delle sue strategie è stata quella di trovare la geometria influente all’interno di un grafico dei prezzi. Alcuni degli strumenti tecnici comprendono gli angoli, linee, cicli, percentuali, quadrato di nove, e l’astrologia.

Gli angoli di Gann sono oggi nel mondo del trading on line, una delle strategie più utilizzate per analizzare il mercato, e tutti i maggiori broker finanziari ne tengono sempre conto nelle loro giornaliere analisi di mercato per il trading on line. Gli angoli di Gann esprimono il legame tra prezzo e tempo. Un angolo di Gann, indicato come 1×1, descrive una situazione in cui il prezzo viene supplementato da una unità di tempo. Se un grafico di uno strumento di trading ha una griglia quadrata, allora l’angolo è di 45 gradi sulla scala del tempo e prezzo. Può anche essere il 50 per cento del prezzo tra un importante alto e un importante basso.

Le tecniche di analisi e di trading di Gann possono essere generalizzate con varie cornici di riferimento. Per cominciare, il quadro psicologico del trading di Gann è molto fondamentale. Ciò comporta lo sviluppo di una rigida disciplina e il rispetto delle strategie predefinite per la negoziazione. Ogni operatore non deve impegnarsi in attività di overtrading.

Una regola importante che Gann ha accolto è stata quella di seguire la tendenza in ogni momento. Il mercato ha la tendenza di andare sempre verso l’alto, verso il basso o lateralmente. In un trend al rialzo, il prezzo rende più alti gli alti e più bassi i bassi. In un trend al ribasso, il prezzo rende più bassi gli alti e più bassi i bassi. In un trend laterale, il prezzo non fa un movimento significativo, verso l’alto o verso il basso. Prima di piazzare un trade nel mercato, è indispensabile attendere una conferma del trend.

Gann ha sottolineato la necessità per gli operatori di studiare i grafici dei prezzi, in particolare i luoghi di azione dei prezzi significativi. Si tratta di aree di livelli di supporto e resistenza, che sono essenziali per determinare posizioni probabili di ingresso e di uscita. Gann riteneva che i punti importanti in una fascia di prezzo erano il 25 per cento, 50 per cento, e il 75 per cento.

Per concludere, Gann ha ritenuto che il tempo è l’elemento più importante in quanto altera in ultima analisi, la tendenza. Gann ha proposto che gli investitori dovrebbero essere cauti nelle date di anniversario. Questo perché queste date potrebbero essere i livelli potenziali delle inversioni di tendenza. Quindi, fare trading a questi livelli potrebbe essere redditizio.